Ultima modifica: 1 Giugno 2019
Istituto Comprensivo "G. e G. Robecchi" > Viaggio a Matera, capitale europea della cultura 2019

Viaggio a Matera, capitale europea della cultura 2019

Viaggio di istruzione a Recanati, Matera, Pompei, Anagni e Orvieto

Dal 9 al 12 Aprile, noi alunni delle classi terze abbiamo fatto un viaggio d’istruzione nell’Italia centro-meridionale, da Recanati a Pompei, da Anagni a Orvieto, ma la meta principale era la capitale europea della cultura 2019, Matera.

Nell’arco di quattro giorni abbiamo potuto ammirare le bellezze storiche, geografiche e culturali italiane. Cominciando da casa Leopardi, in cui lo stupore provato di fronte a ventimila libri ha accompagnato la visita nella biblioteca, all’immedesimarsi in un cittadino romano che passeggiava per le strade pompeiane.

Proprio a Recanati ognuno di noi si è potuto identificare in Leopardi, affacciato ai “veroni del paterno ostello”, pensando a Silvia. Anche sul colle, dietro la siepe che “dell’ultimo orizzonte il guardo esclude” abbiamo potuto “annegare” il nostro pensiero nell’immensità della natura, e vedendo “la vetta della torre antica” immaginare il passero solitario, che cantando, andava verso la campagna.

Arrivati a Matera, dichiarata patrimonio dell’Unesco dal 1993, abbiamo camminato tra i Sassi, che al contrario di quello che si potrebbe pensare non sono delle rocce, ma case scavate nella montagna. Guardare la città di sera sembrava di essere immersi in un presepe.

La terza tappa è stata Pompei, località famosa per l’eruzione del Vesuvio. Passeggiando per gli scavi abbiamo notato alcuni dettagli che ci hanno sorpreso: alcune pietre di forma  arrotondata, che fungevano da  “strisce pedonali”, erano rialzate rispetto alla strada e per passare da un lato all’altro del viale bisognava fare dei saltelli!

Continuando il viaggio e avvicinandoci a Roma abbiamo fatto sosta ad Agnani, un pittoresco borgo medievale dove abbiamo scorto il palazzo di Bonifacio VIII.

La ciliegina sulla torta di questa gita è stata l’ultima tappa ad Orvieto, dove tutti noi studenti siamo rimasti di stucco di fronte alla maestosità della cattedrale.

Non sono mancate serate divertenti e occasioni per stare insieme, chiacchierare e legare ancor di più fra di noi.

Dobbiamo ringraziare il Dirigente Scolastico che ci ha permesso di fare questa gita, i professori che ci hanno accompagnato e i nostri genitori che ci hanno dato la possibilità di chiudere in bellezza i tre anni trascorsi alla scuola media.

Daniele P.

Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi